News dal FAB LAB

La Maker Faire di Roma 2018 è stata come sempre un’esperienza arricchente ed interessante soprattutto per lo spazio dedicato ai giovani maker e per la presenza degli istituti superiori provenienti da tutto il territorio nazionale con i loro prototipi. Particolare attenzione è stata data alle attività spaziali dove c’era la possibilità di partecipare a laboratori, piccoli contest legati alla robotica, vivere come un astronauta utilizzando un simulatore Apollo, visitare uno spazio museale con attrezzature storiche della NASA usate in varie missioni spaziali e ammirare una copia realistica di una razzo vettore uguale a quelli che hanno portato l’uomo nello spazio.

luna

Nell’area fabrication si poteva sperimentare la qualità di alcuni produttori e apprezzare l’accuratezza nella produzione del filo per la stampa 3d a basso impatto ambientale grazie all’utilizzo di materie prime green.
Infine si riconferma l’impegno al coinvolgimento dei più piccoli attraverso l’allestimento di un’area kids, organizzata in attività e workshop per i bambini, per gli insegnanti e per gli educatori.
Nota piacevole è stata la partecipazione a workshop della Campus Store come quello intitolato NoApp, dove grazie alla presenza del facilitatore Stefania Bassi si è utilizzato il tablet o lo smartphone in modo alternativo per attività creative e facili.

stefania bassi saverio asciutto

Altrettanto piacevole il workshop con Rodolfo Galati che ha spiegato in modo esaustivo la nuova forma di apprendimento (STEM) nella scuola primaria con la piattaforma Neuron.

Questa esperienza si è conclusa nella maniera migliore fornendo tanti nuovi spunti di lavoro e tanta energia positiva utilissimi alla crescita del Fablab di Reggio Calabria.

fiera mappa

LinuxDay 2018

Sabato 27 ottobre 2018 il Fablab Reggio Calabria in collaborazione con l'ITT Vallauri-Panella animerà il LinuxDay 2018.

La manifestazione a carattere nazionale promossa da ILS (http://www.ils.org/) quest'anno avra come titolo: World Wide West

In particolare sarà data più enfasi a tutti gli aspetti più o meno isidiosi legati all'uso di piattaforme web e degli applicativi software che oramai sono strumenti nelle attività quotidiane di noi tutti. 

L'evento sarà dedicato in esclusa a tutti gli studenti della scuola.

 PROGRAMMA

  •  Linux e il FOSS
  • Basi di Linux (Package manager e DE)
  • Distribuzioni security & privacy oriented
  • Mastodon e il fediverse (Danilo)
  • PiHoles e Kali Linux su Raspberry
  • Linux per il Gaming

 

Ti aspettiamo presso l'Aula Magna dell'ITT Panella

 

 

 

Nella splendida cornice del Lungomare di Reggio Calabria Italo Falcomatà, il 28 settembre è stata celebrata la GIORNATA PARALIMPICA. Reggio Calabria portatrice del messaggio di "inclusione e sport" del mondo della disabilità insieme a Roma e Milano. Per l'occasione il FABLAB Reggio Calabria è stato presente in uno stand, nella sezione associazioni, per il settore innovazione.

sussidi motori

All'interno del FabLab infatti, si sono studiati tutta una serie di ausili per poter facilitare i diversamente abili alle pratiche quotidiane. La voglia che contraddistingue il Fablab di studiare le cose e trovare una soluzione ci ha portato a prototipare degli ausili. Ci piacerebbe approfondire l'argomento con chi ha più esperienza di noi e dare il nostro supporto tecnico per lo sviluppo dal punto id vista prototipale.

carrozzina

All’istituto comprensivo “Bova Marina - Condofuri" il FABLAB collabora alla progettazione per la realizzazione di un laboratorio di CERAMICA digitale unico nel territorio. La Dirigente Dott.ssa Irene Mafrici, grazie anche al contribuito del FABLAB, centra l’obiettivo di portare avanti un progetto ambizioso sul territorio al fine di poterlo valorizzare.  Sarà possibile realizzare manufatti in ceramica passando per la progettazione 3D e la realizzazione tramite la stampante 3D. Il FABLAB si è occupato anche della formazione dei docenti che dovranno utilizzare, all’interno della loro didattica, le attrezzature del laboratorio al fine di coinvolgere i propri alunni in maniera sempre più pregnante. Sono stati istituiti, infatti, degli incontri mirati per delle lezioni frontali inerenti la tecnica di modellazione 3d e stampa che si concluderanno con la realizzazione degli oggetti che poi i docenti utilizzeranno per la loro didattica.

In occasione della festa del PNSD (Piano Nazionale Scuola Digitale) presso l’Auditorium dell’I.C. Catanoso De Gasperi è stato organizzato, diretto dal Dirigente scolastico Sonia Barberi, un “Caffè digitale” aperto a studenti, docenti, famiglie. Il FablabRC è intervenuto con il presidente Ing. Emanuele Marino e Saverio Asciutto. Life motiv dellì'incontro: raccontare nuovi modelli didattici per ridisegnare la didattica in chiave tecnologica.

In una scena da salotto letterario, animata musicalmente dal suono dell’ arpa a cura della professoressa M.C. Caridi, Il professore Alessandro Monorchio, in qualità di animatore digitale, apre le danze dando parola  ad una esperienza del progetto Erasmus Plus  in DANIMARCA che ha permesso al docente e alla sua scuola di poter conoscere modelli improntati nell’organizzazione dello spazio fisico, con predilezione per gli spazi aperti e per le postazioni per piccoli gruppi di studenti. Dove si evince che la forza di questa esperienza non sta tanto nell'utilizzo di tecnologie all'avanguardia.

Esperienza completamente differente, incentrata sulla tecnologia, è quella raccontata  dall'ing.Marino che spiega che il FABLAB fa parte di una rete mondiale di laboratori che offrono la possibilità di progettare e produrre oggetti con la fabbricazione digitale. La stampante 3D sotto gli occhi dei piccoli spettatori li colpisce e li proietta nel magico mondo dei makers: artigiani digitali che progettano e producono da sé gli oggetti più disparati e con le più diverse applicazioni in diversi ambiti, dalla robotica all’ingegneria alla cucina.

L'ing. Marino spiega che la vera innovazione sta però nell’approccio fortemente democratico alla tecnologia attraverso condivisione e collaborazione, l'utilizzo di licenze libere ed applicativi a codice sorgente aperto. Insomma libero accesso a dati e risultati sembrano essere le parole chiave di un vero e proprio movimento culturale.

Sul tavolino del “Caffe digitale” oltre alla stampante  ci sono però anche degli altri oggetti molto accattivanti, soprattutto per il pubblico più giovane, sono piccoli robot da quelli semplici a quelli programmabili e sono loro i protagonisti dell’intervento del maker Saverio specializzato in didattica e divulgazione delle scienze, in maniera divertente, per i più piccoli. In un dialogo brioso con i bimbi e i docenti in sala, espone le funzioni dei piccoli robot costruiti proprio durante i workshops tenuti al FablabRC, e perchè oggi il coding e la semplice programmazione siano alla base per lo sviluppo del pensiero computazionale dei bimbi.

Joomla SEF URLs by Artio