Esperienze

In occasione della European Code Week 2018 presso l’I.C. "Falcomatà - Archi" il Fablab di Reggio Calabria ha introdotto il concetto di Coding e alcune nuove tecnologie a scuola, proponendo un'esperienza di programmazione pratica con le schede a microcontrollore BBC Micro:bit e Makey Makey.

prova tastiera virtuale

L’esperienza è stata possibile grazie alla volontà delle maestre Rita Aloi e Barbara Caridi, che hanno investito parte della loro formazione in un workshop specifico per le insegnanti sul coding e i microcontrollori presso il Fablab Reggio Calabria.
Il consolidamento di questo rapporto di collaborazione oggi ha portato gli alunni a vivere un’esperienza pratica e diretta dal pc al mondo reale.
I workshop, dedicati a tutte le quinte classi, sono iniziati con una chiacchierata dinamica per rendere il folto gruppo di bambini quanto più partecipe. Stimolando la curiosità in modo divertente si è introdotto il concetto di coding con la tecnica del fare per imparare propria del motto dei maker “do it yourself”.

La presentazione di queste tecnologie ai bambini è stata fatta principalmente attraverso il gioco, si sono “sporcarti le mani” costruendo fisicamente e programmando digitalmente. Grazie a Scratch si è passati dalla programmazione a blocchi alla realizzazione pratica utilizzando Makey Makey per creare un simulatore di tastiere musicale con cartoncini e piccoli file elettrici.

gruppo


Poi ci siamo soffermati ulteriormente sulla creazione di un semplice codice con la programmazione a blocchi visuali della scheda Micro:bit.
Nell’entusiasmo generale tutti abbiamo provato molta soddisfazione per aver dato la possibilità a quasi 130 bambini di entrare in contatto con delle tecnologie innovative. Ci auspichiamo che nella nostra città si possano creare i presupposti per continuare questo tipo di percorsi intrapreso durante l’European Code Week.

aula magna VINCIÈ il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha reso la tua rosa così importante”. Questa frase del Piccolo Principe sintetizza meravigliosamente i vari momenti trascorsi durante il percorso Arduino Coding e Robotica che si è concluso al Liceo Vinci il 19 maggio scorso con la consegna degli attestati di partecipazione e dei crediti formativi.

 
Il percorso formativo, promosso e patrocinato dall'istituto scolastico insieme al Fablab Reggio Calabria, è stato molto apprezzato dai ragazzi e dalle loro famiglie per la novità in termini di metodologie e contenuti. 
 
I moduli didattici hanno coinvolto ragazzi di diverse classi e indirizzi con una buona partecipazione di ragazze confermando l'approccio dei tutor del fablab per cui le discipline tecnico-scientifiche non sono un esclusiva di chi ha già un bagaglio di competenze di tipo scientifico e non sono preferite solitamente dai ragazzi. Partento con un gruppo molto eterogeneo per classi di provenienza e interessi particolari si è arrivati alla realizzazione e alla programmazione di un piccolo robot interattivo completamente open source. 
 
I soli prerequisiti richiesti sono stati solo una buona dose di passione e pazienza.
 
Prerequisiti non scontati per ragazzi che alle 14.30 da novembre ad aprile, sacrificando altri impegni e duplicando gli sforzi per far conincidere le altre attività di studio, hanno iniziato ad avvicinarsi al mondo dell'elettronica e dell'informatica con un approccio nuovo e divertente.
 
kit fablab RC
 
In questi mesi sono stati trattati principi di fisica, di elettrotecnica e di elettronica e sono stati appresi i concetti di base fondamentali (anche un pò complessi) con l'aiuto di sperimentazioni pratiche e demo teoriche in pieno stile maker learning by doing.
Dopo i fondamentali è stata approfondita sia la struttura della scheda Arduino sia il suo ambiente e linguaggio di programmazione con particolare enfasi alla realizzazione delle interazione tra il mondo fisico (analogico) e il mondo digitale, esplorando le stesse tecnologie contenute nei dispositivi mobili, nei sistemi di domotica, nella programma di un App, etc.etc.
 
software arduino

Nella seconda parte del percorso in particolare, è stato realizzato un progetto di robotica open source come sintesi e applicazione delle tecniche di elettronica e informatica studiate. 
Alla fine tutti siamo usciti arricchiti di nuovi metodi e approcci alla risoluzione dei problemi. Nel pieno delle finalità proposte i ragazzi hanno provato in prima persona come si può apprendere con l’esperienza seguendo percorsi in cui il problema non è inteso come il momento di verifica delle nozioni apprese ma l’inizio della fase della conoscenza e di nuove interazioni tra varie discipline.
 
pezzi robot 4


Un doveroso grazie alle famiglie che hanno sostenuto l'iniziativa e all'istituto scolastico per la collaborazione e la disponibilità nel mettere a disposizione aule ed attrezzature.

Il FABLAB Reggio Calabria invitato dalla Associazione Universitaria New Deal approda all'università Mediterranea di Ingegneria in un convegno che sulla carta doveva durare un paio d'ore ma che per la vastità degli argomenti trattati ha sforato abbondantemente l'orario previsto catturando l'attenzione del pubblico presente sia quello legato al mondo universitario ma anche scolastico e di visitatori esterni. Tema della giornata una scheda che ormai è entrata a far parte del vivere quotidiano di un MAKER cioè ARDUINO.

gruppo

Presenti al tavolo il direttore del Dipartimento prof. Giacomo Messina, il presidente dell’associazione universitaria New Deal Giuseppe Vacalebre, il prof. Francesco Della Corte, IL prof. Giuseppe Ruggeri e il nostro Pres. l'ing. Emanule Marino. I vari interlocutori ognuno dal loro punto di vista hanno ribadito le potenzialità che questa scheda può avere nella realizzazione di progetti in forma prototipale.

Interessante anche dopo il convegno la visita ai laboratori con strumentazione all'avanguardia che codesto istituto gestisce. Grande apertura e disponibilità ad una collaborazione futura su tematiche da mettere a calendario.

Un ringraziamento va all'associazione NEW DEAL per l'invito ma anche ai professori che ci hanno gratificato con la loro accoglienza nell'ambito universitario.

studenti 2

 

L’otto marzo giornate delle donne si conclude l’Alternanza Scuola Lavoro al liceo Volta di Reggio Calabria quest’anno rivolto a 2 classi di Scienze applicate. I ragazzi della 4 A seguono il loro percorso iniziato l’anno scorso con la costruzione di una stampante 3D e si ci cimentano nella realizzazione di un ROBOT TRASPORTATORE, lavorando in team per la personalizzazione del proprio robot.

Diverso il invece il percorso degli allievi della classe 3C che, dopo una full immersion nella modellazione 3D, progettano e realizzano in gruppi delle lampada per la cromoterapia con l’utilizzo anche della programmazione della scheda ARDUINO.

 

lampada dna

 

 Le ragazze delle due classi si sono particolarmente distinte per il percorso, l’attenzione ed i risultati ottenuti dimostrando che la tecnologia non è solo appannaggio degli uomini.

 

lamp dna

lamp FAGIP

lamp irriducibili

lamp pineapple

 

Joomla SEF URLs by Artio